Il Garbin verso la gara nazionale a Tolosa

Il Garbin verso la gara nazionale a TolosaProgramma Erasmus plus: l’IPS “G.B. Garbin” a Tolosa (Francia) per la gara nazionale di auto a energia solare

L’ IPS “G.B. Garbin” di Schio parteciperà Sabato 25 Maggio a Tolosa (Francia) alla gara nazionale delle automobiline radiocomandate ad energia solare. L’importante appuntamento coinvolge un gruppo di 14 studenti delle classi 3 AM (indirizzo manutenzione e apparati elettrici) e 3 CMt (indirizzo trasporti) e un ragazzo di 4 Cmt, che saranno accompagnati da tre docenti.

È la seconda tappa di mobilità internazionale che vede coinvolti i nostri ragazzi e un altrettanto gruppo di studenti francesi del Lycée di Mirepoix (Tolosa), protagonisti del progetto  denominato “Energy Universal Language of Sun” finanziato dal programma Erasmus plus 2014-2020.

La partenza per la Francia è prevista per Mercoledì 22 Maggio ed il rientro per Domenica 26 Maggio. I cinque giorni saranno scanditi dalla visita ad Aeroscopia, cittadella della scienza e della tecnica a Tolosa, e poi dai preparativi tecnico-pratici per la gara di sabato 25 Maggio, che vede iscritte 36 scuole da tutta la Francia. La Il Garbin verso la gara nazionale a Tolosanostra scuola, in sintonia con lo spirito del programma Erasmus plus, parteciperà con due squadre miste italo-francesi, che indosseranno delle casacche rosso ‘Ferrari’ preparate su misura dalle studentesse di 3^ del settore moda del Garbin, sede di Thiene.

Durante il soggiorno a Mirepoix-Tolosa, i nostri studenti saranno ospitati in casa delle famiglie degli studenti francesi, così da vivere fino in fondo lo spirito di incontro, scambio e conoscenza di altre culture, identità e tradizioni proprie dei progetti Erasmus plus.

Stampa:

Altovicentino.it 

Welcome to Automation 2018

Ricicla il passato per creare il futuro. E il futuro, quando sei circondato da robot che si comportano come un maggiordomo per aiutare i disabili ed ecocompattatori d’alluminio costruiti con materiale recuperato in un’isola ecologica, sembra davvero vicino. Il concorso Welcome to Automation è sbarcato a Zola Predosa, nel Bolognese, dove oggi si è svolta una delle due eliminatorie – l’altra si è disputata a Napoli – che ha visto sfidarsi 14 team composti da studenti provenienti da Istituti tecnici e professionali del Nord Italia.


L’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione, è stata organizzata da Balluff Automation srl, multinazionale tedesca che produce sensori, soluzioni e sistemi per l’automazione. L’obiettivo del concorso è presto detto: realizzare con materiale di recupero un prototipo funzionante di robot, che abbia un’utilità in ambito sociale.
Per costruire i robot non serve solo la conoscenza dei metalli e della tecnologia, ma anche della psicologia e dell’estetica. Basta osservare i cinque progetti selezionati dalla giuria bolognese e che accederanno alla finale di Parma, a maggio, insieme agli altri cinque lavori scelti nella gara di Napoli. I vincitori di oggi sono: l’Istituto ‘Garbin’ di Schio (Vicenza) con il progetto Modello per presidio ambiente e supporto strumentale; l’Istituto ‘Agnelli’ di Torino con Dispensa 4.0; l’Istituto ‘Olivetti’ di Ivrea (Torino) con Virgilio; l’Istituto ‘Marconi’ di Rovereto (Trento) con il progetto Time to turn the page; l’Istituto ‘Scotton’ di Bassano del Grappa (Vicenza) con il lavoro Raccolta differenziata automatica.
I partecipanti al concorso, tutti accompagnati da un professore che li guida e li stimola, hanno presentato lavori che richiedono l’integrazione di almeno tre discipline tecniche: nelle aree della meccanica, dell’automazione, dell’elettronica e dell’informatica. Un mix di conoscenze che ha dato vita a dei robot, dal peso minimo di 2 chili, e capaci di muoversi e svolgere uno o più compiti.
“L’idea è unire aziende e scuole, per incentivare la conoscenza dell’automazione nei ragazzi – ha spiegato Daniele Bollano, responsabile della qualità e della formazione di Balluff -, con un orientamento alle nuove tecnologie e a quello che oggi il mercato richiede su Industry 4.0”. I tre gruppi di studenti che si aggiudicheranno la finale riceveranno buoni da spendere e ci saranno anche premi per gli insegnati accompagnatori e per le scuole. “Il vero obiettivo, però, non è il premio finale – ha commentato Bollano -, ma fare in modo che i ragazzi possano mettersi in gioco con la loro inventiva e le loro conoscenze”.

Articolo tratto dall’agenzia ANSA


Altri Articoli di Stampa:

Ecovicentino.it 

Welcome to Automation

Garbin.gov.it – Circolare 

M’illumino di meno 2018

“23 FEBBRAIO 2018 M’ILLUMINO DI MENO”

Venerdì 23 febbraio 2018 si celebra la 14° di “M’illumino di Meno”, la Giornata del  Energetico lanciata dalla popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su RAI Radio 2.

Nell’ambito delle politiche ambientali, il nostro Istituto ha aderito all’invito e chiama tutti a partecipare alla giornata del risparmio energetico.

L’edizione di quest’anno è dedicata in particolare al tema del camminare. Oltre agli spegnimenti e al risparmio energetico, si invitano, quindi, tutte le componenti scolastiche a compiere un gesto di condivisione dell’iniziativa, facendo una passeggiata.”

EuroMaster Workshop 2018

UNIONE EUROPEA: conoscere per capire, per scegliere, per agire

Euromaster Workshop GarbinGiovedì 1 febbraio più di 160 studenti del triennio degli istituti superiori scledensi sono convenuti nell’Aula Magna dell’IPS “ GB Garbin” per partecipare al workshop dell’edizione 2018 di Euromaster. La manifestazione è stata promossa dal Centro Relazioni Europee di Schio e sostenuta dai comitati genitori delle scuole e dall’Amministrazione Comunale di Schio.
L’apertura dei lavori è stata affidata al presidente del CREUS, cav. Adriano De Rigo e alla dirigente scolastica dell’IPS “GB Garbin”, prof.ssa Marina Maino: sono quindi seguiti i beneauguranti saluti dell’assessore alla cultura Roberto Polga e del sindaco Valter Orsi.
Già nelle parole introduttive di tutti è riecheggiata l’importanza di cogliere l’essenza di opportunità come questa per acquisire le necessarie competenze europee di cittadinanza.
Si sono quindi susseguiti gli interventi del dott. Francesco Laera della rappresentanza della Commissione Europea a Milano e della dott.ssa Barbara Forni, funzionaria del Parlamento Europeo presso l’Ufficio di Informazione di Milano. Con il dott. Laera gli studenti hanno affrontato le tematiche relative a “L’Europa delle opportunità” mentre con la dott.ssa Forni si sono confrontati su due grandi temi: “ Il Parlamento Europeo struttura e funzioni dell’istituzione UE che rappresenta i cittadini” e “ Opportunità formative all’interno delle istituzioni europee”. Già durante il primo intervento gli studenti hanno manifestato tutta la loro vivace curiosità che ha fatto si che il tutto si trasformasse poi in una conferenza partecipata. L’interazione creata tra relatore e pubblico ha dilatato i confini offrendo inaspettate e costruttive situazioni di confronto e di crescita.
Gli studenti hanno quindi partecipato ad un veloce pranzo offerto dall’AVIS di Schio ed hanno poi proseguito i lavori nella sessione pomeridiana dopo essere stati suddivisi in quattro team per una attività laboratoriale. In questa sessione ogni gruppo, con il supporto di due tutor/facilitatori, rispondendo a domande opportunamente formulate ha approfondito i principali temi europei ed è stato chiamato ad esprimere la propria opinione utilizzando gli ultimi Eurobarometri. Nella restituzione in plenaria delle risultanze dei lavori gli studenti hanno confermato il loro ruolo di protagonisti dell’intera giornata.
Ad attendere i ragazzi sarà ora la prova di verifica alla quale saranno sottoposti venerdì 9 febbraio. Le domande del test riguarderanno sia la cultura generale europea sia le tematiche affrontate durante il workshop. Verrà quindi stilata una graduatoria in base al punteggio conseguito che porterà alla proclamazione dei quindici vincitori del viaggio premio a Lussemburgo.
La referente del progetto per l’IPS “G.B. Garbin” è stata la prof.ssa Milva Scortegagna che ha curato la parte organizzativa e ha tenuto i contatti con il CREUS.
L’entusiasmo degli studenti per la proposta formativa si è percepito fin dall’inizio e mai è venuto a mancare durante l’intera giornata.

La Dirigente Scolastica – prof.ssa Marina Maino